Lettera di maggio del Presidente

Cari Amici,

vi ricordo gli eventi più significativi del mese di aprile:

Raffaello d’Urbino. Un artista e la sua città. (martedì 6 aprile). Interclub con la partecipazione di 13 Club del Distretto 2090. Conversazione con Luigi Bravi, Presidente Accademia Raffaello, per la celebrazione dei 500 anni dalla morte di Raffaello avvenuta nel 1520. La relazione ha messo in rilievo lo stretto legame tra Raffaello ed Urbino che si vincolano a vicenda. Raffaello si identifica con la città sebbene vi abbia trascorso solo un breve periodo della sua vita dopo la nascita. Tuttavia si è presentato come Raphael Urbinas in molti dei suoi dipinti a partire dallo Sposalizio della Vergine (1504) fino ad imprimerlo nel bracciale della Fornarina (1518) che è diventata il logo del centenario di Raffaello. Urbinas si identifica come un lasciapassare culturale. Rimane sempre forte il legame di Raffaello con la sua città sia durante l’esperienza artistica con il Perugino suo Maestro, sia nel periodo vissuto a Firenze ed infine nell’attività a Roma dove i rapporti con Bramante e Giulio II richiamano ancora il legame con la città. Urbino a sua volta gli ha dedicato numerosi siti e monumenti. Raffaello ha lasciato anche un grande numero di disegni, la maggior parte su carta Fabriano, la carta è il luogo dove Raffaello pensa e riflette. Lo stretto rapporto tra l’artista e la sua città è stato il motivo che ha fatto ripercorrere le fasi della vita e dell’attività di Raffaello. Un incontro che ha anche unito i Club attraverso la cultura.

Donazione Tablet Istituto di Istruzione Superiore “Merloni-Miliani”. (Venerdì 9 aprile). Il Rotary e USAID hanno donato 5 tablet all’Istituto di Istruzione Superiore “Merloni-Miliani”, selezionato dagli Uffici Scolastici Regionali in base alla presenza di situazioni più difficoltose per l’accesso alla didattica a distanza. Di fronte all’aumento ripetuto delle infezioni in Italia, il Rotary e il Governo degli Stati Uniti, attraverso l’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID), si sono impegnati a sostenere la risposta del Paese al COVID-19 ed alle iniziative di recupero collegate.
La partnership Rotary-USAID fornisce risorse e competenze preziose per contribuire a rendere le iniziative nell’emergenza più impattanti e sostenibili.
In questa prima fase il finanziamento americano ha privilegiato l’ambito istruzione: la scuola è il luogo dove le disuguaglianze sociali emergono in modo più evidente. Per questo il Rotary intende offrire pari opportunità per l'inclusione nel sistema scolastico sostenendo l’istruzione che in questa difficile fase di emergenza deve purtroppo avvenire per via telematica. Seguiranno ulteriori sovvenzioni in fasi successive.

L’Italia del dopo pandemia, guardiamo avanti. (martedì 13 aprile). Interclub con Altavallesina Grottefrasassi, Cagli Terra Catria Nerone, Urbino. Relatore Alberto Orioli, vicedirettore del giornale Il sole 24 ore. Il tema è stato affrontato dal giornalista con lucida analisi. La pandemia finirà, ma non sarà come riaccendere la luce. È necessario ripensare ad una nuova normalità, a quali stimoli abbiamo avuto per organizzare meglio la vita futura. È un tempo nel quale si impongono domande di ordine filosofico per ricostruire un nuovo futuro attraverso la valutazione di diversi fattori. Tra questi è fondamentale la valorizzazione dei talenti italiani necessari per affrontare il Recovery plan, il solo mezzo che ci consentirà la rinascita.

Incontro rappresentanti della rete Rotary città creative Unesco (14 aprile piattafoma Zoom). Sono stati trattati la messa a punto dell’organizzazione del sito web e la programmazione di incontri dei club delle città creative per far conoscere a tutti i soci dei Club il progetto di rete.

Presentazione del libro “Fuorionda” dell’artista Lughia, curata dal nostro socio Giuseppe Salerno, con l’intervento di Anna Massinissa e Gabriele Mazzara (domenica 18 aprile piattaforma Zoom). Evento realizzato su iniziativa del Rotaract, con la partecipazione del Rotary promotore del progetto condiviso. È stato tracciato il percorso artistico dell’autrice, un’artista contemporanea estremamente sensibile ed emotiva che attraverso connessione di tecniche diverse dà un’anima alle sue opere. Il libro autobiografico edito dall’artista viene messo a disposizione del nostro Club affinché l’intero ricavato sia devoluto a favore del progetto End Polio. Seguiranno appena possibile visite all’esposizione delle opere, anche nella casa-museo di Giuseppe e Lughia.

Caminetto Conosciamo i nostri soci (giovedì 22 aprile). In questo appuntamento, come sempre particolarmente apprezzato per l’occasione di dialogo e l’atmosfera spontanea che si crea, si è reso particolarmente evidente il desiderio di tutti di riprendere gli incontri in presenza. Sono stati accolti con calorosa amicizia due nuovi soci entrati a far parte del Club in questo anno, entrambi con un curriculum rotariano, Chiara Fedeli Rotaractiana e Paolo Giuseppetti che ha una ricca esperienza rotariana. La seconda parte della serata è stata introdotta da Edgardo Verna per esporre i risultati del questionario di gradimento ai soci, inviato nel novembre scorso. Benedetta Gandini artefice del questionario condotto via web ha illustrato le caratteristiche del Rotary Club di Fabriano per fasce di età, sesso, professioni, caratteristiche dei ruoli svolti nel Club ed ha esaminato in dettaglio le risposte ai quesiti sul gradimento. Ne è risultato un esito molto positivo con un indice di soddisfazione del 97,8%. La partecipazione al questionario è stata molto elevata ad indicare un alto coinvolgimento dei soci alla vita del Club.

Incontro 27 aprile Rete Rotary Città Creative Artigianato ed Arti Popolari. I Rotary Club di Biella, Carrara e Fabriano si presentano. (Martedì 27 aprile ore 21:00, Piattaforma Zoom).
È stato il primo dei tre incontri che i 12 Club delle città creative hanno programmato perché ognuna possa farsi conoscere dalle altre. Nella serata le tre città appartenenti alla categoria artigianato ed arti popolari, hanno presentato la propria caratteristica di creatività con la quale hanno ottenuto il riconoscimento Unesco di città creativa: Biella per la manifattura della lana, Carrara per la lavorazione del marmo, Fabriano per la produzione della carta, in particolare la carta a mano e la filigrana. Bellissimi video emozionali e ricchi di sollecitazioni culturali hanno mostrato come le grandi potenzialità dell’ingegno umano possano produrre risultati straordinari.
L’incontro ha avuto una grande partecipazione e condivisione: 115 collegamenti, 3 Sindaci, 4 Governatori, 3 PDG e più di 100 soci provenienti da 12 Club hanno messo in evidenza la potenzialità di questa rete da pochissimo costituita. L’evento è stato valorizzato dalla presenza di Francesca Merloni, Ambasciatrice Unesco per le città creative e nostra socia onoraria, che ha scritto: ‘è nata una rete nella rete che darà molti frutti, prendendo forza e spunti e radicamento una nell'altra. Ho visto città splendide e commoventi e soprattutto ho visto un reale spirito di amicizia e condivisione tra i soci e partecipanti’. Abbiamo apprezzato forse con più consapevolezza il valore delle nostre bellissime città e del patrimonio culturale che esse racchiudono e di cui dobbiamo essere orgogliosi. Abbiamo ancor più compreso la necessità di dover valorizzare e tramandare la ricchezza del nostro patrimonio artigianale e culturale costruito nel corso dei secoli. Cultura e creatività sono essenziali per lo sviluppo delle aree urbane in modo sostenibile. Il Rotary può avere un ruolo come forza aggregante e propositiva con Unesco, condividendone principi ispiratori, valori e visione per un mondo migliore.

Vi segnalo gli appuntamenti del mese di maggio:

“Oggi è già domani. Vittorio Merloni, vita di un imprenditore”. Interclub Altavallesina Grattefrasassi, Fabriano, Urbino. (11 maggio ore 21:00, piattaforma Zoom). Presentazione di Maria Paola Merloni.

“Rotary: valori e opportunità”. (giovedì 13 maggio ore 21:00). Relatore Ezio Lanteri, PDG Distretto 2060 e Board Director Rotary International 2022-2024. Evento formativo Distrettuale per la formazione dei soci.

“La tribuna gotica di San Venanzio rivelata con la forza della ricostruzione virtuale: un’anteprima”. (giovedì 20 maggio ore 21:00, piattaforma Zoom). Il Prof De Marchi, curatore del progetto ed il suo team di lavoro presenteranno il lavoro di ricostruzione virtuale delle cappelle trecentesche della Cattedrale. La consegna definitiva del lavoro a conclusione del progetto Allegretto avverrà il giorno 19 giugno, per il quale è previsto un evento dedicato.

Assemblea per la presentazione del Piano Direttivo 2021/2022 presidenza Mario Ciappelloni (28 maggio, ore 21:00).

Un saluto affettuoso.

Maura Nataloni
Presidente Rotary Club Fabriano
a.s. 2020-2021